Fa bene il sindaco di Milano Beppe Sala a chiedere al governo di attendere ancora 10-15 giorni per vedere gli effetti dell’ultimo Dpcm e scongiurare la chiusura della città? Secondo Marco Travaglio, nel suo intervento settimanale durante ‘Accordi&Disaccordi’, il talk show politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi, in onda tutti i venerdì alle 22.45 sul Nove, “teoricamente Beppe Sala ha ragione perché ogni Dpcm, ogni misura restrittiva per essere valutata nei suoi risultati richiede 10-15 giorni di attesa“. Tuttavia “il dato dice che Milano andava chiusa già 15 giorni fa, lo ha detto il Comitato tecnico scientifico della Regione Lombardia. Due venerdì fa andava chiusa Milano perché è fuori norma rispetto al resto d’Italia, così come Napoli e altre zone, deve avere una cura più severa e rigorosa rispetto al resto d’Italia”.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Zangrillo ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Un appello a Galli per lavorare insieme? Lo stiamo già facendo: basta con la guerra”

next
Articolo Successivo

Martina Dell’Ombra prosegue nel suo ‘Chi vuol essere Dpcm?’: “Cosa sanno i politici dei decreti anti-Covid di Conte?

next