Si sono radunati in piazza del Campidoglio senza superare le 150 persone, così come prescrivono le regole Covid. Sono gli insegnanti e le educatrici delle scuole dell’infanzia della Capitale, che chiedono a gran voce al comune di aumentare l’organico e di consegnare mascherine più adeguate per la protezione individuale, come le ffp2. ”La carenza di personale ci costringe a lavorare spesso da sole con 7 bambini, senza la possibilità di andare al bagno per ore”, racconta una delle educatrici. ”Le insegnanti di sostegno vengono spostate per coprire i buchi – le fa eco un’altra insegnante – così nello stesso tempo il bambino diversamente abile rimane da solo senza accompagnamento”. Con rischi, spiegano, anche per la tenuta dei protocolli di sicurezza anti-Covid. A organizzare il presidio sono state le sigle sindacali unite: Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti, Uil Fpl Roma e Lazio e Csa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Nobel’ per l’insegnamento a un prof italiano: per fare il proprio mestiere non serve essere eroi

next
Articolo Successivo

Didattica a distanza, ho aspettato a dire la mia ma è come l’anno scorso: orribile

next