“All’incontro di oggi programmato sulla parte economica e sul salario per il rinnovo del Ccnl dei metalmeccanici, Federmeccanica ha dichiarato con chiarezza che non prevede alcun aumento salariale che vada oltre l’adeguamento all’inflazione. La posizione di Federmeccanica è inaccettabile, perché di fatto rigetta gli elementi fondamentali della piattaforma, a partire dalla richiesta dell’aumento salariale sui minimi”, così Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil, spiegando la situazione che ha portato a uno stop nelle trattative con Federmeccanica per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. La sindacalista sottolinea poi che, a fronte della decisione di agitazione sindacale, “Federmeccanica ha interrotto il tavolo negoziale”. “Le lavoratrici e i lavoratori riconquistano un ruolo al tavolo della trattativa per far sentire alle imprese il valore e il significato dei metalmeccanici in questo Paese”, ha concluso Re David.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Federmeccanica: “Nessun aumento senza inflazione”. Rotta la trattativa per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici

next