L’Italia non permetterà che nessuno alteri o procrastini l’entrata in vigore del Recovery Fund. L’intera comunità europea è in sofferenza. Gli stessi cittadini italiani lo solo, e per questo non comprenderebbero un rinvio causato da discussioni tecniche”. Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Bruxelles dopo il vertice al Consiglio europeo, sulle preoccupazione espresse dalla Germania secondo cui alcuni Paesi, coi cosiddetti “frugali” in testa, sarebbero pronti a posticipare l’adozione del Recovery Fund.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brexit, von der Leyen incontrerà Johnson: “Vogliamo l’intesa, ma non ad ogni costo”. Premier: “Dipende tutto dall’Ue”

next