“Vicenda Suarez? Se è consentito non conoscere la grammatica facendo il ministro degli Esteri a maggior ragione è consentito per giocare una partita di calcio. Sono sbagliate le regole”, così Vittorio Sgarbi, parlamentare e sindaco di Sutri, commenta il caso del calciatore Luis Suarez e l'”esame farsa per ottenere la cittadinanza italiana”. “All’Università per stranieri avranno valutato che lo spagnolo e il difettoso italiano erano sufficienti a garantire che potesse fare la ragione per cui era chiamato”, continua, giustificando il gesto definendolo “un favoritismo legato a una logica”. “È un giocatore di calcio, sono delle regole del cazzo”, conclude.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luis Suarez e l’esame farsa, indagata per corruzione anche la rettrice dell’Università. Che disse: “Deve essere su quel binario”

next
Articolo Successivo

Caso Shalabayeva, pm chiede di condannare tutti gli imputati. Compresi il questore di Palermo Cortese e il capo della Polfer Improta

next