Uomini in divisa verde e nera, agenti del regime bielorusso, arrestano una icona dell’oppisizione: Nina Bahinskaya, 73 anni, è stata fermata assieme ad altre cento donne che a Minsk hanno marciato per chiedere le dimissioni del presidente Alexander Lukashenko. Una marcia quasi al femminile, duemila circa le persone che sono scese per le strade della capitale. Il video dell’arresto e dei diversi tentativi di colluttazione con gli agenti della donna sono state pubblicate dalla piattaforma indipendente Tut.by.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

TikTok, slitta il divieto di utilizzo negli Usa: Oracle e Walmart pronte a prendere controllo. E un giudice sospende lo stop a WeChat

next
Articolo Successivo

Migranti, il naufragio nell’Atlantico e la storia di Jacklyn e Camara

next