Un governo Draghi dopo l’esecutivo guidato da Conte? Secondo Pier Luigi Bersani è impossibile. “C’è chi dice meglio uno come Draghi? No..no…io gli voglio bene, lo stimo moltissimo. Ma la gente che pensa che dopo una situazione così possa venire Draghi…Qui arriva la destra. Dove finisce la sinistra larga, larghissima e plurale arriva la destra”, risponde l’esponente di Articolo 1, intervistato a Di Martedì, su La7. “In Italia non ci sono in mezzo i liberali. Il mondo si sta ricomponendo due campi”, spiega Bersani, sottolineando, riferendosi in particolare alle regionali, che le forze di maggioranza “non comprendono fino in fondo la storia italiana”. “Quando forze democratiche, prossime, ma in modo controverso, non riescono a capire che devono avere un progetto comune, tirano una volata alla destra”, conclude.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ilaria Capua: “La mascherina? Come il profilattico”. L’analogia della virologa a La7

next
Articolo Successivo

Elly Schlein a La7 dopo gli insulti sessisti: “Si attacca il corpo della donna per screditare le sue idee. In Italia problema culturale enorme”

next