“Mi sono imposto nell’istituire un regime che comporti il riposo assoluto, è la terapia di cui lui più necessita e non è stato assolutamente facile convincerlo”. Lo ha detto il medico personale e primario del San Raffaele, Alberto Zangrillo, in conferenza stampa, a proposito delle condizioni di Silvio Berlusconi. “Come sempre l’uomo è pronto e intelligente, ne ha convenuto ed è contento della decisione presa. L’umore non è dei migliori, neanche il mio. È previsto – ha aggiunto – che ci sia qualche giorno di ricovero qua dentro anche perché esistono protocolli terapeutici”. E ancora: “I suoi 84 anni obbligano ad assoluta cautela”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi ricoverato, Zangrillo nel punto stampa: “Rilevato blando coinvolgimento polmonare. Situazione tranquilla e confortante”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Zangrillo: “Virus clinicamente morto? Ho usato tono forte e stonato, ma era fotografia di ciò che osservavamo”

next