È pole di Maverick Vinales alle qualifiche per il Gp d’Austria della MotoGp. Il pilota spagnolo a bordo della sua Yamaha ha chiuso con un 1’23″450, 68 millesimi più veloce della Ducati di Jack Miller, che partirà dalla seconda posizione, e 87 dal compagno di scuderia Fabio Quartararo. Andrea Dovizioso, che proprio oggi ha annunciato il suo addio alla casa di Borgo Panigale, ha ottenuto il quarto posto in griglia.

Seguono Paul Espargaro in quinta piazza con la Ktm davanti a Joan Mir su Suzuki. In terza fila la Yamaha Petronas di Franco Morbidelli con Alex Rins (Suzuki), ottavo, e Johann Zarco (Ducati) nono. Valentino Rossi, dodicesimo (dopo aver conquistato la Q2 all’ultimo secondo), invece chiude la quarta fila preceduto da Takaaki Nakagami (Honda) e Miguel Oliveira (Ktm).

“Ieri non mi trovavo bene con la moto – ha poi commentato Vinales – Ho fatto qualche giro nel terzo settore e poi con la gomma da asciutto era chiaro che per la qualifica avevo maggiore grip”. Anche il secondo in griglia ha lamentato delle difficoltà: “Ieri è stato molto difficile. Ho fatto tanta fatica a fare un giro veloce, contento di aver fatto la prima fila. Il passo non è il top ma non così male. Quest’anno la Yamaha non è una moto facile, bisogna lavorarci”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Andrea Dovizioso lascia la Ducati. Il manager: “Non ci sono le condizioni per continuare”

next
Articolo Successivo

Valentino Rossi “miracolato”: la moto di Zarco lo sfiora dopo incidente con Morbidelli. “Il rischio più grande della mia vita, sono scosso”

next