Si tuffa in piscina di fronte a familiari e amici, ma riemerge dall’acqua ormai esanime. È morto sul colpo un uomo di 39 anni di origine albanese, in vacanza in questi giorni all’hotel-residence Koko a Lido di Savio, in provincia di Ravenna. L’episodio si è verificato intorno alle 23 mentre la vittima, residente a Carugate, nel milanese, si trovava a bordo vasca della piscina dell’albergo.

Secondo una prima ricostruzione, tuffatosi in acqua l’uomo avrebbe sbattuto violentemente la testa, anche se saranno i carabinieri a determinare le dinamiche dell’accaduto. Stando ai rilievi dei medici, il decesso potrebbe essere legato a un trauma cranico. Gli amici hanno provato subito a rianimarlo, ma senza successo. Vani anche i tentativi dei paramedici chiamati in soccorso. Sul posto poi sono intervenuti gli operatori del 118 e i carabinieri della vicina Stazione di Savio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Viviana Parisi, sopralluoghi lungo il percorso compiuto dalla donna. Mezz’ora a piedi tra il luogo della scomparsa e quello del ritrovamento

next