La mattina dopo le esplosioni, Beirut si risveglia deserta, con i palazzi sventrati delle deflagrazioni e col numero dei morti che continua a salire: cento nelle prime ore dell’alba. Anche due soldati italiani sono stati leggermente feriti dallo scoppio al porto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Virgin Atlantic chiede “protezione dai creditori” negli Usa: istanza di bancarotta al tribunale di New York

next
Articolo Successivo

Il gigante dei cieli in azione: ecco l’Antonov, l’aereo mercantile più grande al mondo (con a bordo camion dell’esercito Usa)

next