“Una valutazione preliminare mostra che si è verificato un errore in molte delle nostre procedure interne”. Il mea culpa arriva da Daniel Skjeldam, amministratore delegato della linea di crociere norvegese Hurtigruten dopo che a bordo della MS Roald Amundsen sono state trovate 40 persone positive. Si tratta di 4 turisti e 36 membri dell’equipaggio che ora sono stati ricoverati all’ospedale universitario di Tromsoe, a nord del circolo polare artico, dove la nave è attualmente attraccata. La Hurtigruten ha quindi interrotto tutti i viaggi e ha avviato “una revisione completa di tutte le procedure e di tutti gli aspetti della nostra gestione”. La linea ha contattato i passeggeri che erano a bordo della nave per le partenze del 17 luglio e del 24 luglio da Bergen all’arcipelago artico delle Svalbard.

Tutti i 158 membri dell’equipaggio sono stati testati e 122 sono risultati negativi. C’erano 209 ospiti nel primo viaggio e 178 nel secondo viaggio. Poiché la linea di navi da crociera spesso si comporta come un traghetto locale, viaggiando da un porto all’altro lungo la costa occidentale della Norvegia, il virus potrebbe però non essere stato contenuto a bordo. Alcuni passeggeri sono infatti sbarcati lungo il percorso e potrebbero aver diffuso il virus nelle comunità locali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Portland, i manifestanti bruciano la bandiera Usa e una copia della Bibbia: le immagini

next
Articolo Successivo

Re Juan Carlos abbandona la Spagna e si trasferisce all’estero dopo inchieste per evasione

next