La Mercedes di Lewis Hamilton domina dal primo all’ultimo giro il Gp di Ungheria. Il campione britannico ha preceduto sul traguardo la Red Bull di Max Verstappen, autore di un’ottima gara, nonostante il brivido iniziale quando prima del via ha urtato le barriere. Terzo posto per l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Quarto posto per la Racing Point di Lance Stroll e quinto per l’altra Red Bull di Alexander Albon. Altra gara difficile per le Ferrari con Vettel sesto e Leclerc undicesimo, doppiati da Hamilton che si prende anche il giro veloce ed eguaglia record di Schumi di singole vittorie in un Gp: otto volte.

A chiudere la top ten ci sono Perez, seguito da Ricciardo, Magnussen e Carlos Sainz jr, prossimo ferrarista, che ha beffato il suo prossimo compagno Leclerc che ha poi chiuso 11° e fuori dalla zona punti. Il mondiale torna in pista tra due settimane a Silverstone dove Hamilton potrà provare ad avvicinare ancora il record di Schumacher di 91 Gp vinti, con quello di Budapest di oggi l’inglese è a 86 vittorie in carriera. Il pilota Mercedes è al 153° podio in carriera, a -2 dallo stesso Schumacher ed è il primo pilota ad ottenere 3 vittorie consecutive all’Hungaroring. Con l’ottava vittoria Hamilton eguaglia Schumacher che aveva ottenuto il primato a Magny Cours nel 2006. Sono gli unici piloti della storia ad aver vinto 8 volte in un circuito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Formula 1, Hamilton in pole nel gran premio di Ungheria. Male le Ferrari: 5° e 6° posizione a più di un secondo

next
Articolo Successivo

“Ferrari, spionaggio industriale ai danni del Cavallino”. La rivelazione di un tecnico Fia al Corriere della Sera

next