Ecco il riassunto della terza giornata della settima edizione del festival Ecofuturo del 2020, la kermesse ideata da Jacopo Fo, Fabio Roggiolani e Michele Dotti dedicata all’ambiente, alle ecotecnologie e al vivere sostenibile che proprio quest’anno prende il nome di “Don’t Panic”. Al centro del dibattito le nuove tecnologie che possono aiutare a fermare il disastro del clima, come quelle per gestire la bonifica dei terreni e delle acque dei porti, dei canali e delle dighe, e quelle per la gestione dei rifiuti. Ma non solo, tra i temi anche la sburocratizzazione: “L’Italia in ginocchio perché le leggi i sistemi i regolamenti sono qualcosa di mostruoso”. L’evento proseguirà fino a sabato e sarà trasmesso in diretta streaming dalle 10 alle 23 di ogni giorno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caro Costa, bello il progetto ‘Forestami’, ma difficile da realizzare. Andiamo a vivere in campagna, piuttosto

next
Articolo Successivo

Ponte sullo Stretto, 20 deputati Pd presentano una risoluzione per realizzarlo usando i soldi del Recovery Fund. LeU e Verdi: “Che tristezza”

next