Ecco il riassunto della terza giornata della settima edizione del festival Ecofuturo del 2020, la kermesse ideata da Jacopo Fo, Fabio Roggiolani e Michele Dotti dedicata all’ambiente, alle ecotecnologie e al vivere sostenibile che proprio quest’anno prende il nome di “Don’t Panic”. Al centro del dibattito le nuove tecnologie che possono aiutare a fermare il disastro del clima, come quelle per gestire la bonifica dei terreni e delle acque dei porti, dei canali e delle dighe, e quelle per la gestione dei rifiuti. Ma non solo, tra i temi anche la sburocratizzazione: “L’Italia in ginocchio perché le leggi i sistemi i regolamenti sono qualcosa di mostruoso”. L’evento proseguirà fino a sabato e sarà trasmesso in diretta streaming dalle 10 alle 23 di ogni giorno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caro Costa, bello il progetto ‘Forestami’, ma difficile da realizzare. Andiamo a vivere in campagna, piuttosto

next
Articolo Successivo

Ponte sullo Stretto, 20 deputati Pd presentano una risoluzione per realizzarlo usando i soldi del Recovery Fund. LeU e Verdi: “Che tristezza”

next