Da oggi è finalmente possibile acquistare anche in Italia i Google Pixel Buds 2, gli auricolari in-ear true wireless dotati di intelligenza artificiale che promettono un’eccelsa qualità sonora, sia che li usiate in un ambiente rumoroso sia che li usiate durante una sessione di allenamento.

I nuovi auricolari di Google utilizzano algoritmi di intelligenza artificiale per adattare il volume in base alla situazione in cui ci troviamo. Se mentre parliamo durante una chiamata i microfoni captano un forte rumore, ad esempio vento o pioggia o il rumore del traffico o della metropolitana, il volume del suono sarà aumentato per il lasso di tempo necessario a mantenere confortevole e chiara la conversazione. Tutto ciò è possibile grazie a dei sensori e a tutta una coppia di microfoni speciali, presenti su ciascun auricolare, che incrociano ed elaborano le sorgenti sonore provenienti dall’esterno. Per la qualità delle conversazioni c’è addirittura un sensore che rileva il movimento della mandibola.

Gli auricolari offrono controlli touch ma anche comandi vocali, grazie all’integrazione dell’assistente digitale Google Assistant. Con un semplice OK Google sarà quindi possibile chiedere di ascoltare le notifiche, rispondere ad una notifica dettando il testo con la voce e addirittura farsi fare un riassunto dei progressi sportivi raggiunti durante la giornata. L’assistente inoltre potrà addirittura fornire la traduzione da una lingua straniera in tempo reale, una delle funzioni più utili per chi viaggia molto.

Infine, ma non meno importante, Google potenzia la funzione Trova il mio dispositivo con la possibilità di far squillare gli auricolari direttamente dallo smartphone. Ma non solo, se il dispositivo alla quale sono accoppiati perde la connessione Bluetooth con i Pixel Buds, una notifica persistente ce lo segnalerà immediatamente. Gli auricolari in-ear true wireless Google Pixel Buds 2 sono già in vendita sul Google Play Store nell’unica variante di colore, al prezzo di 199 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Android: torna il malware Joker, ed è ancora più dannoso

next
Articolo Successivo

Ghost of Tsushima: un viaggio nel giappone feudale. Ambientazioni ben realizzate con un protagonista combattuto tra onore e necessità

next