Il cardinale e arcivescovo di origini ghanesi, Peter Turkson – prefetto del dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale con Papa Francesco – stasera alle 23.30, su Rai1, risponde alle domande di Monica Maggioni per la terza puntata di Sette Storie. Si parla, infatti, di cambiamento climatico cercando argini alla distruzione ambientale attraverso politiche di sostenibilità capaci di ridurre i danni cosa che, a vedere la puntata, sembra ancora del tutto possibile fare. Il cardinale parla per la Chiesa a partire dall’enciclica di Papa Francesco Laudato si, alla cui stesura ha collaborato, e dice: “Subito dopo la pubblicazione dell’enciclica in Polonia ho incontrato rappresentanti dell’industria di carbone che dicevano: ‘Papa Francesco è contro di noi’. Ho spiegato che non è così, che il Papa ci invita a sviluppare nuove forme di energia che inquinino di meno. Ecologia integrale è il concetto centrale che conduce il Santo Padre a dire che tutto è collegato. Cioè: il pianeta e la vita della persona. E in Laudato si Papa Francesco guarda in particolare alla vita dei poveri che in mezzo a noi sono i più vulnerabili e soffrono l’impatto delle nostre attività sul pianeta”. Nella puntata anche un’intervista all’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, e a quello di Telespazio, Luigi Pasquali, che lascia entrare le telecamere di Sette storie al Centro Spaziale del Fucino per vedere le immagini dei cambiamenti climatici riprese direttamente dallo spazio.

Articolo Precedente

Ponte Morandi, il procuratore Cozzi a Sette Storie (Rai1): “Sistema autostradale richiedeva un’attenzione molto diversa”

next