Colpite le cosche Serraino e Libri di Reggio Calabria. Questa mattina la polizia di Stato, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, ha eseguito 12 ordinanze di custodia cautelare (11 in carcere e una agli arresti domiciliari) nei confronti di presunti elementi di vertice, luogotenenti e affiliati delle due famiglie legate alla ‘ndrangheta. Gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa e, a vario titolo, di estorsione, intestazione fittizia di beni, danneggiamento, porto e detenzione illegale di armi da fuoco, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, illecita concorrenza con violenza o minaccia, incendio, aggravati dalla circostanza del metodo e dell’agevolazione mafiosa. Nel video, le intercettazioni tra le persone coinvolte nell’inchiesta denominata “Pedigree”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aemilia, la moglie della “mente economica” del clan di ‘ndrangheta scrive ai giudici che la stanno processando: “Ammetto le accuse”

next