L’Organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato sui propri profili social un’infografica con le regole per riconoscere le tante bufale sul coronavirus che circolano sul web. “La condivisione di informazioni sanitarie non verificate durante la pandemia di Covid-19 può essere pericolosa e malsana- avverte l’Oms – Ma ci sono modi per identificare informazioni false, verificare fonti attendibili e aiutare noi stessi e le persone care a rimanere al sicuro

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Un software controlla se la mascherina è indossata bene: ecco il debutto all’aeroporto di Fiumicino

next
Articolo Successivo

Ryanair contro lo stop al bagaglio a mano in cabina: “È una follia, così più contagi”. Poi annuncia il ricorso in Ue contro Alitalia

next