Visibilità ridotta. E una nube a tratti grigia, a tratti rossa, che ricopre il cielo del Golfo del Messico. È la rara tempesta di sabbia del Sahara che ha raggiunto le coste dell’America centrale. La tempesta, spinta dai venti, ha percorso oltre 5000 miglia. La densità, spiegano gli esperti, è senza precedenti e rischia di creare anche problemi di salute. Oltre all’effetto sul paesaggio, quindi, si temono gli effetti dell’inalazione. Ecco alcune immagini condivise da cittadini messicani sui social.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, così Sacha Baron Cohen ha beffato gli estremisti di destra: l’attore travestito alla manifestazione degli ultraconservatori

next
Articolo Successivo

Francia, scandalo dei rimborsi parlamentari: l’ex primo ministro Fillon condannato a 5 anni

next