Sono morte annegate almeno 23 persone dopo che due traghetti si sono scontrati oggi in un fiume del Bangladesh vicino al porto della capitale Dacca. Decine ancora i dispersi, riportano i soccorsi. Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, il ferryboat Morning Bird con a bordo un centinaio di passeggeri stava viaggiando sul fiume Buriganga verso la capitale dal vicino distretto di Munshiganj ed è stato colpito da un altro traghetto vicino a Shyambazar. Il ferry si è capovolto, mentre il secondo traghetto ha lasciato la scena dell’incidente.

“Finora abbiamo recuperato 23 corpi dal traghetto affondato”, ha detto un funzionario dei vigili del fuoco, Enayet Hossain. Non è chiaro, però, quante persone abbiano nuotato mettendosi in salvo o siano disperse. In corso le ricerche dei sopravvissuti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pakistan, attacco armato alla Borsa di Karachi: uccisi i quattro terroristi. Le immagini dello scontro a fuoco

next
Articolo Successivo

Usa, marito e moglie puntano fucile d’assalto e pistola contro i manifestanti Black Lives Matter: la scena è spaventosa

next