Io questa mano non la lascio. Dai papà, anche oggi un piccolo passo avanti”. Niccolò Zanardi mostra su Instagram una toccante testimonianza della sua vicinanza a papà Alex. La sua mano tiene stretta, in un profondo e naturale moto d’affetto, quella del genitore ancora in coma farmacologico. L’ex pilota di Formula 1 da cinque notti è ricoverato nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. Il 19 giugno a seguito dell’incidente avvenuto tra la sua handbike e un tir lungo la provinciale 146 a Pienza (Siena) era stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico al cranio e al viso. Niccolò, oggi 22enne, aveva solo tre anni quando Alex fu vittima dell’incidente in pista a Lausitzring che provocò al pilota bolognese la perdita degli arti inferiori. Niccolò aveva già postato una foto a mezzo busto di suo papà un giorno fa dove lo incitava a guarire: “Forza papà, ti aspetto, torna presto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Treccani inserisce il “whatever it takes” di Mario Draghi tra i neologismi: ecco la storia dell’espressione diventata proverbiale

next