Prima di essere ucciso Rayshard Brooks, l’afroamericano freddato con tre colpi di pistola alla schiena dalla polizia di Atlanta, negli Stati Uniti, ha avuto una conversazione amichevole e tranquilla con gli agenti che successivamente gli hanno sparato. Come si vede dalle immagini, rilasciate dal dipartimento di polizia di Atlanta e pubblicate sui social dall’attivista Shaun King, Brooks parla con gli agenti e ammette: “Ho bevuto qualche bicchiere, è il compleanno di mia figlia, Ma posso tornare a casa a piedi, non voglio violare” alcune regola, ha aggiunto. Poi Brooks viene sottoposto all’alcol test e la conversazione degenera, trasformandosi in scontro, quando gli agenti cercano di ammanettarlo.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rayshard Brooks, manifestanti danno fuoco al ristorante davanti al quale è stato ucciso l’afroamericano: le immagini

next