“Procura nazionale antimafia? Una quindicina di anni fa feci richiesta come sostituto procuratore nazionale, non presero nemmeno in considerazione la mia domanda, perché non feci il giro delle sette chiese“. Lo ha raccontato in un’intervista a Sono le Venti, il programma di Peter Gomez sul Nove, l’ex sostituto procuratore del pool antimafia di Palermo e oggi giudice del Tribunale del Riesame di Napoli, Alfonso Sabella. “Sapevo che bisognava fare quella trafila – ha aggiunto – Ma non faceva parte della mia morale, era contrario ai miei doveri di autonomia e indipendenza”. Sabella ha commentato anche lo scandalo che ha travolto la magistratura, ribadendo la necessità di riformare il metodo di elezione del Consiglio superiore della magistratura. “Lo dico con dispiacere, perché ho grande rispetto della nostra Carta, ma la riforma dell’articolo 104 della Costituzione è inevitabile. Dobbiamo procedere, almeno per qualche legislatura, con il sorteggio dei componenti del Csm”

SONO LE VENTI, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Anm, non c’è accordo: Poniz resta presidente dimissionario. E dice: “Disegno per colpire l’intera magistratura e l’associazionismo”

next