“Per noi gli assistenti civici sono i volontari che stanno dando una mano alla nostra comunità. Portano generi alimentari e medicinali a casa delle famiglie più fragili, oltre che a contingentare gli accessi ai mercati. Dopo il 4 maggio molti sono tornati al lavoro e non hanno più a disposizione lo stesso numero di ore. I 60mila del bando svolgeranno le stesse attività. Non si può trattare di ronde: i volontari non possono fare attività di controllo. Non so cosa Italia viva abbia frainteso del termine di assistente civico”. Lo ha detto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, a proposito delle polemiche sull’annuncio del bando per assistenti civici per la fase 2.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Gomez ad Agnelli (Confimi Industria): “Avere targhetta di imprenditore non significa essere perbene. Chi sgarra va punito”

next