Durante la discussione sul Cura Italia alla Camera, il deputato del gruppo Lega, Giuseppe Basini, è stato richiamato più volte dalla presidente di turno, Maria Elena Spadoni, perché senza mascherina. Mascherina che, poi, il deputato ha regolarmente indossato. Anche il collega di Forza Italia, Ferri, è stato redarguito per non aver rispettato l’obbligo di indossare protezioni. Fonti della Camera precisano che alla fine del dibattito l’Aula, come prevede il protocollo di sicurezza per le attività quotidiane, viene sanificata. Nei minuti precedenti il deputato leghista era già stato accusato da alcuni colleghi di essere entrato in Parlamento con una temperatura corporea sopra il limite consentito dalle misure anti-Covid 19. E di aver rifiutato di sottoporsi al secondo controllo della febbre. Il leghista ha poi smentito: “Ero solo accaldato”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, bagarre in Aula sulle presenze. Lega: “Maggioranza non rispetta regole distanze”. Pd: “Non c’è accordo”. Interviene Fico

next
Articolo Successivo

25 aprile, Mattarella: “Dopo la Resistenza si sprigionarono energie positive. L’unità è la chiave per superare ancora una volta le avversità”

next