Dice che la lista degli esemplari che dovranno essere uccisi per prima è già stata compilata. Verena Kaspari, direttrice dello zoo di Neumunster in Germania, ha denunciato in una intervista a Die Welt di non aver più le risorse economiche per nutrire tutti gli animali del parco. E di aver deciso, come ultima possibilità, di dare in pasto alcuni degli animali dello zoo ad altri.

La decisione, ammette, è sgradevole ma non ci sono alternative nel momento in cui le casse sono vuote, con lo zoo senza visitatori a causa del lockdown. Ogni giorno le foche e i pinguini hanno bisogno di essere nutriti con grandi quantità di pesce fresco che non può più essere acquistato. “Se saremo costretti inizieremo a sopprimere gli animali piuttosto che lasciarli morire di fame”, ha affermato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Germania riapre negozi fino a 800 metri quadri il 20 aprile. Misure estese fino al 3 maggio, il 4 si torna a scuola

next
Articolo Successivo

Libia, Nyt: “L’ex consigliere Usa John Bolton non si oppose all’offensiva di Haftar su Tripoli. Gli disse di sferrare un attacco rapido”

next