Dice che la lista degli esemplari che dovranno essere uccisi per prima è già stata compilata. Verena Kaspari, direttrice dello zoo di Neumunster in Germania, ha denunciato in una intervista a Die Welt di non aver più le risorse economiche per nutrire tutti gli animali del parco. E di aver deciso, come ultima possibilità, di dare in pasto alcuni degli animali dello zoo ad altri.

La decisione, ammette, è sgradevole ma non ci sono alternative nel momento in cui le casse sono vuote, con lo zoo senza visitatori a causa del lockdown. Ogni giorno le foche e i pinguini hanno bisogno di essere nutriti con grandi quantità di pesce fresco che non può più essere acquistato. “Se saremo costretti inizieremo a sopprimere gli animali piuttosto che lasciarli morire di fame”, ha affermato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Germania riapre negozi fino a 800 metri quadri il 20 aprile. Misure estese fino al 3 maggio, il 4 si torna a scuola

next
Articolo Successivo

Libia, Nyt: “L’ex consigliere Usa John Bolton non si oppose all’offensiva di Haftar su Tripoli. Gli disse di sferrare un attacco rapido”

next