“La minaccia più probabile e significativa è una nuova malattia respiratoria, in particolare un nuovo virus influenzale“. L’avvertimento risale al 6 gennaio 2017 e arriva dal Pentagono, che già allora riteneva probabile un’epidemia di coronavirus ed era consapevole dei rischi di una pandemia. In un documento rivelato da The Nation, il ministero della Difesa americano aveva pubblicato un piano in cui anticipava la conseguente scarsità di respiratori, mascherine e letti di ospedale.

Il piano prevedeva anche con incredibile precisione la carenza di forniture mediche “anche nei paesi più industrializzati”. “La concorrenza e la scarsità di risorse includeranno ad esempio respiratori, dispositivi di protezione individuale come mascherine e guanti, attrezzature mediche e supporto logistico. Ciò avrà un impatto significativo sulla disponibilità della forza lavoro globale”. Si parlava inoltre di “letti in ospedale insufficienti”.

Il rapporto, scrive The Nation, smentisce così Donald Trump, secondo cui l’epidemia è stata “imprevista” ed “è spuntata dal nulla”. Nel piano militare intitolato “USNORTHCOM Branch Plan 3560: influenza pandemica e risposta alle malattie infettive”, si legge che “la minaccia più probabile e significativa è una nuova malattia respiratoria, in particolare una nuova malattia influenzale“. E il documento fa specifico riferimento al coronavirus a più riprese, sottolineando anche che “le infezioni da coronavirus sono comuni in tutto il mondo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus – Spagna: 10mila vittime. Germania supera Cina per contagi. Confinata metà della popolazione mondiale, 1 milione di casi. Trump usa legge di guerra per far produrre respiratori negli Stati Uniti

next
Articolo Successivo

Coronavirus in Brasile, Bolsonaro parla (troppo tardi) di minaccia. E a rimetterci sono i più poveri

next