“Nelle regioni del sud l’importanza di tutte le misure di distanziamento sociale è ancora maggiore, perché la capacità di assorbimento dei servizi sanitari regionali è inferiore rispetto a quella del nord Italia”. Lo spiega in collegamento con gli studi di Sono le Venti, il programma di Peter Gomez sul Nove, Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe che da anni studia le condizioni della nostra sanità. Secondo il professore è essenziale che anche le regioni del sud applichino alla lettera le nuove limitazioni imposte dal decreto, perché l’arrivo dell’ondata epidemica metterebbe a rischio “la tenuta del sistema sanitario, creando serissimi problemi anche alla salute delle persone”

‘SONO LE VENTI’, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, diario dall’isolamento/17 – A casa mia bisogna fare i turni: un genitore con i bimbi, l’altro al computer per lavorare

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il coordinatore delle terapie intensive lombarde: “Nessun ‘vecchio’ escluso, ma succederà se non fermiamo il contagio”

next