Dalla piattaforma di smart working fino alla connettività gratuita per chi si trova nelle zone interessate dalle misure urgenti di contenimento e gestione del contagio per il Covid 19. Sono diverse le aziende, associazioni, start-up che hanno risposto all’iniziativa di ‘solidarietà digitale’ promossa dal ministro per l’Innovazione tecnologica, Paola Pisano, mettendo a disposizione servizi gratuiti per chi si trova nella zona rossa, alla luce delle novità contenute nel decreto della Presidenza del consiglio dei ministri dell’8 marzo 2020, che amplia le aree soggette a restrizioni per le misure di emergenza sanitaria a contrasto della diffusione del Coronavirus. Di seguito, dunque, alcuni dei servizi gratuiti già a disposizione. Per gli aggiornamenti è possibile consultare il sito https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/ e innovazione.gov.it.

LO SMART WORKING – Connexia mette a disposizione per due settimane l’uso gratuito della piattaforma di smart working Webex, a tutte le realtà che lo richiederanno. Al termine del periodo non ci sarà alcun obbligo o costo per l’utente. Per attivare il servizio bisogna inviare una richiesta alla mail cloud@connexia.com indicando il nome dell’azienda e nomi, cognomi e indirizzi email delle persone che dovranno schedulare le sessioni. Per aziende e professionisti, è disponibile gratuitamente l’accesso a Cisco Webex Meetings. La piattaforma consente il lavoro da remoto, permette di pianificare e partecipare a riunioni, collaborare e condividere documenti e dati.

È previsto, inoltre, l’affiancamento e il supporto da parte di volontari Ibm. Per informazioni si può consultare il sito https://ciscosystems.it/smartworking/. Anche tecnologia ed esperti IT Microsoft sono a disposizione gratuitamente per permettere l’adozione di soluzioni di smart working, anche in mobilità, per PMI, imprese private e pubbliche, istituzioni e scuole, sia già clienti che no. Per aderire consultare il sito https://news.microsoft.com/it-it/2020/03/03/smartworking-per-le-aziende-italiane-microsoft-italia-e-i-suoi-partner/. Anche Joinconference mette a disposizione i propri servizi di audio e videoconferenza per smart working gratuitamente alle aziende e ai professionisti che risiedono nelle zone rosse. Si può richiedere il servizio scrivendo una mail a emergenza.covid@joinconferencing.com oppure sulla pagina online dedicata (https://www.joinconferencing.cloud/covid19).

ASSISTENZA E SUPPORTO – Amazon Web Service (AWS) offre un pacchetto di crediti per fornire a pubbliche amministrazioni, organizzazioni non governative e non profit, startup e imprese, l’accesso a piano di supporto e canale di assistenza per progetti legati all’emergenza. È possibile inviare le richieste di adesione via mail alla mail awsforitaly@amazon.com. Ma Amazon mette gratuitamente a disposizione degli utenti residenti in zona rossa, fino al 31 marzo 2020, anche la piattaforma di streaming Prime Video. L’attivazione è automatica, accedendo online a Prime Video o scaricando la app Prime Video su tablet, smart TV, cellulari Ios o Android.

CONNESSIONE E POSTA ELETTRONICA – Eolo offre un mese di connettività internet gratuita ai clienti che risiedono nelle zone rosse. L’attivazione è automatica. Per tutti coloro che risiedono nei comuni della zona rossa, inoltre, Italia Online rende disponibile gratuitamente per un anno la Libero Mail Pec da 1 giga. Il servizio è attivabile dal 9 al 30 marzo 2020 visitando l’indirizzo web mailpec.libero.it.

LE COMPAGNIE TELEFONICHE – Sono disponibili gratuitamente giga o traffico voce illimitati verso numeri fissi e cellulari – fino al 27 marzo 2020 – per tutti gli utenti consumer mobili prepagati Tim, in base al profilo attivo e che risiedono in 60 comuni nella provincia di Lodi e in 23 in quella di Padova. Gli utenti interessati dall’iniziativa verranno informati direttamente da Tim con un sms. Per la Pubblica Amministrazione e per le utenze business, la compagnia rende disponibili, indipendentemente dall’area geografica, 100 Giga gratuiti per 30 giorni a tutte le linee mobili business con bundle dati attivo. Gli utenti interessati verranno informati con un sms, rispondendo al quale potranno attivare il servizio. Sempre per i residenti nelle zone rosse, Vodafone elimina i limiti di minuti, sms e giga. Inoltre, per facilitare le procedure di smart working, prevista l’eliminazione dei limiti di traffico dati sulle sim voce per le utenze di imprese e partite Iva italiane. Le iniziative sono attive per un mese. L’attivazione del servizio è automatica. Fastweb, invece, offre gratuitamente nelle aree rosse l’aumento fino a 50GB del pacchetto dati di tutte le sim ricaricabili. Il servizio non ha scadenza e resterà incluso nell’offerta dell’utenza per sempre. L’attivazione è automatica.

EDITORIA – Sono stati messi a disposizione dei cittadini che vivono nelle zone rosse anche abbonamenti gratuiti per tre mesi ai magazine del Gruppo Mondadori. Il servizio consente la lettura delle riviste in formato digitale. Testate disponibili sono CasaFacile, Chi, Donna Moderna, Focus, Focus Junior, Focus Storia, GialloZafferano, Grazia, Icon, Icon Design e Tv Sorrisi e Canzoni. Il servizio è fruibile attraverso Spid. Stessa modalità anche per accedere gratis alla lettura di un e-book a scelta per utente (tra saggistica, narrativa, varia e libri per ragazzi) del catalogo Mondadori. Il libro scelto potrà essere letto con l’app Kobo Books, disponibile gratuitamente per smartphone, tablet e pc.

FORMAZIONE – Amazon offre gratuitamente anche webinar di formazione, della durata un’ora e trenta, su materie Stem e destinati ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado delle zone rosse. I corsi riguarderanno le opportunità del Creative Learning e Coding applicate alla didattica. Durante l’attività verranno presentati strumenti gratuiti in grado di creare un innovativo ‘kit’ per progetti in classe. Per partecipare è possibile inviare una mail a itfctourleaders@amazon.com con oggetto ‘Webinar STEM’, indicando le proprie generalità e l’istituto di appartenenza. Il docente riceverà una mail con le istruzioni e le credenziali di accesso. WeSchool (powered by TIM) è la piattaforma di classe digitale che permette ai docenti, da smartphone, tablet o computer, di portare la propria classe online, condividere materiali, creare discussioni, discutere sui contenuti, gestire lavori di gruppo, verifiche e test. È presente un’aula virtuale per fare video streaming a distanza. Per utilizzare gratuitamente la piattaforma si può consultare la guida al link sul sito https://www.weschool.com/primi-passi-weschool/.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la presentazione del 730 slitta da luglio al 30 settembre. Tempo fino a fine marzo per comunicare i dati per la precompilata

next
Articolo Successivo

Bollette, forte ribasso da aprile a giugno: l’elettricità giù del 18,3%, il gas cala del 13,5%

next