“Le persone che sono in quarantena non devono andare in luoghi pubblici. Non è una bravata, non è una ragazzata, stiamo studiando eventuali conseguenze per un atto di questo tipo“. Lo ha detto in conferenza stampa il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro rispondendo a chi gli chiedeva un commento alle notizie di diverse fughe o violazioni delle misure disposte. “Io sono un medico, non un giurista – ha detto successivamente – non spetta a me dire quali siano le misure giuste, basterebbe il buon senso. Ma non è possibile che non si rispettino le indicazioni”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la diretta – Oltre 4.600 casi, 197 morti, 462 in terapia intensiva e 523 guariti. Via libera del Cdm all’assunzione straordinaria di 20mila persone nella Sanità

next
Articolo Successivo

Coronavirus, diario dall’isolamento/13 – Domani sarà l’ultimo giorno di quarantena. Ma è giusto tornare dove l’allerta cresce?

next