Era uno dei grandi sconfitti del Super Tuesday, insieme a Elizabeth Warren. Dopo aver speso oltre mezzo miliardo di dollari nella campagna elettorale e aver vinto solo nelle Samoa, in molti davano la sua corsa alla candidatura democratica per le prossime presidenziali al capolinea. Così, Mike Bloomberg, la grande incognita delle Primarie Dem, ha annunciato il ritiro dalla corsa elettorale e il proprio appoggio all’ex vicepresidente di Obama, Joe Biden, in una corsa che ormai appare sempre più un testa a testa tra l’ex senatore del Delaware e il candidato progressista Bernie Sanders.

Mentre negli Usa uscivano i risultati che hanno sancito il trionfo di Biden e conquiste importanti, con qualche rammarico, per il senatore del Vermont, l’ex sindaco di New York vedeva svanire la possibilità di inserirsi prepotentemente nella corsa alla Casa Bianca, potendo contare su una massiccia (e costosissima) campagna elettorale a suon di spot televisivi. Il suo messaggio, evidentemente, non ha attecchito tra i Dem più moderati, il suo target di riferimento, che a lui hanno preferito l’ex numero due di Barack Obama, quest’ultimo forte del sostegno, tra gli altri, della comunità afroamericana.

Anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha commentato il pessimo risultato di Bloomberg su Twitter: “Il grande sconfitto di questa notte, sinora, è Mini Mike Bloomberg – aveva scritto a risultati definitivi – 700 milioni di dollari gettati al vento e non ha ottenuto altro che il soprannome Mini Mike e la totale distruzione della sua reputazione. Ottimo lavoro Mike!“. Dopo il ritiro, il tycoon ha ulteriormente infierito: “Mini Mike Bloomberg ha abbandonato la corsa alla presidenza. Avrei dovuto dirgli tempo fa che non ce l’avrebbe fatta, così avrebbe risparmiato un miliardo di dollari. Adesso darà i suoi soldi per la campagna di Sleepy Joe (Biden, ndr), sperando di salvare la faccia. Ma non funzionerà”.

Messaggio simile lo ha dedicato anche a Elizabeth Warren, l’alternativa progressista a Sanders, anche lei considerata vicina al ritiro: “Elizabeth Pocahontas Warren, assieme a Mini Mike, è la perdente della notte. Non è neanche andata vicino a vincere nel suo Stato del Massachusetts. Bene, ora può sedersi con il marito e bersi una bella birra fresca!”, ha scritto in un altro tweet.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Successivo

Greta Thunberg al Parlamento europeo: “Con legge sul clima avete dichiarato la resa”. Standing ovation alla fine del discorso

next