Dopo quelle del 1957 e del 2007, la terza vita della Fiat 500 coincide con la rivoluzione più grande nella storia del modello, ovvero il passaggio alla motorizzazione 100% elettrica. Il design è più moderno e sofisticato ma si mantiene ancorato agli stilemi originali. L’auto sfrutta una piattaforma rinnovata: ciò coincide con un aumento della lunghezza complessiva e della larghezza, in crescita di 6 cm ciascuna, rispettivamente a quota 363 e 170 cm.

Veniamo al motore elettrico: è collocato anteriormente ed eroga 118 Cv di potenza massima. È alimentato da una batteria agli ioni di litio da 42 kWh alloggiata sotto al pianale e che consente un’autonomia media omologata di 320 km. Brillante lo scatto zero-cento, coperto in 9 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 150 orari. La 500 elettrica è compatibile con la ricarica a corrente alternata fino a 11 kW e continua fino a 85 kW. Sicché, utilizzando la ricarica veloce, è possibile rifornire l’accumulatore all’80% in 35 minuti e bastano 5 minuti per recuperare 50 km di raggio d’azione.

La nuova 500 elettrica – presentata nella versione Cabrio, cui seguirà la 500 con carrozzeria tradizionale – sarà assemblata a Mirafiori e venduta contestualmente al modello endotermico (fabbricato in Polonia), ora disponibile anche con motorizzazione mild-hybrid, oltreché gpl.

All’interno è rivoluzione con la “r” maiuscola: la strumentazione digitale è affiancata dal grande schermo da 10,3’’ del sistema multimediale Uconnect 5 con comandi vocali (basato su sistema operativo Android e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto). Il tutto è racchiuso in una plancia dal design tondeggiante e che incorpora bocchette di aerazione quasi invisibili. Subito sotto la base dello schermo figurano i tasti “a pianoforte” che governano il climatizzatore, sotto ai quali è presente un generoso svuotatasche e il selettore per i programmi di guida.

Tre le modalità di guida: Normal, Range (che massimizza il recupero dell’energia frenante generata dal motore elettrico in fase di rilascio dell’acceleratore) e Sherpa, che limita la velocità massima a 80 km/h, addormenta lo sprint e disattiva il climatizzatore e riscaldamento dei sedili per risparmiare energia. Inoltre, la 500 è anche la prima citycar dotata di guida autonoma di livello 2: può marciare mantenendo automaticamente il centro della corsia, frenare da sola in caso di necessità o quando un pedone sbuca sulla carreggiata – e seguire il traffico in colonna. La nuova Fiat 500 elettrica è già ordinabile nella versione “La Prima”, che ha tutto di serie, inclusi i fari full led, i rivestimenti in ecopelle e i cerchi in lega di 17’’. Il prezzo (senza incentivi) è di 37.900 euro e comprende la wall box per la ricarica domestica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cuba, auto elettriche per ridurre la dipendenza dal petrolio? A L’Avana ci pensano

next
Articolo Successivo

Mobilità, studio presentato alle Nazioni Unite: “in dieci anni le biciclette e i mezzi pubblici supereranno le automobili”

next