“In questo disastro terribile, l’unico risvolto positivo è questo, che le aziende si arrendono a un vantaggio evidente: il telelavoro”, così il sociologo Domenico De Masi a Sono le Venti, il programma di informazione di Peter Gomez in onda sul Nove, commentando l’opzione dello smart working, scelta da molte aziende di Milano. “In questo momento è un angolo di salvezza. Lavoreranno da casa, come dall’ufficio anzi si accorgeranno che in meno tempo potranno fare più cose”, continua De Masi, sottolineando che questo sarà un vantaggio anche per le città.

Inviate le vostre domande a domande@sonoleventi.it

‘SONO LE VENTI’, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Regione Marche: “Scuole e musei chiusi da mercoledì, siamo vicini a Emilia Romagna”. Ma il Governo impugna l’ordinanza

next
Articolo Successivo

Coronavirus, gli imprenditori: “Importazioni bloccate dalla Cina, non arrivano le materie prime. Da metà aprile sono problemi seri”

next