Senso di responsabilità e unità di impegno” per “la migliore e più efficace risposta a tutela della salute dei nostri concittadini”. E’ quanto chiede il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che interviene per la prima volta dell’inizio dell’emergenza della diffusione del coronavirus in Lombardia e Veneto, venerdì. In una nota il capo dello Stato ha espresso riconoscenza a medici, personale sanitario, ricercatori, uomini e donne della Protezione civile e delle forze armate e a tutti quanti “si stanno impegnando – con abnegazione e generosità – per fronteggiare e arginare il rischio di diffusione”.

Il presidente sottolinea che ministero della Salute e Regioni “stanno operando con tempestività e hanno approntato i protocolli necessari ad affrontare l’emergenza, potendo contare su un sistema sanitario in grado di reagire con efficacia”. Un meccanismo che, sottolinea Mattarella, “richiede anche la piena collaborazione di tutta la popolazione secondo le indicazioni delle autorità sanitarie”. A coloro che sono stati colpiti dal virus “e alle loro comunità che vivono momenti di comprensibile ansia” il capo dello Stato esprime vicinanza, rivolgendo “un pensiero alle due vittime” e ai loro familiari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Friuli decreta stato d’emergenza fino al 31 luglio. Salvini: “Se Conte non è in grado, lasci”. Zingaretti: “Si vergogni”

next
Articolo Successivo

Dl intercettazioni, la discussione alla Camera dopo il via libera del Senato: la diretta video

next