La squadra allenata da Maurizio Sarri ha vinto in casa 2-0 contro il Brescia di Diego Lopez. La partita, valida per la 24esima giornata di Serie A, è andata in scena alle 15 allo Juventus Stadium e a decidere la gara sono stati le reti di Paulo Dybala su punizione e il gol di Juan Cuadrado. Il giocatore argentino ha raggiunto così sei marcature in campionato. I bianconeri arrivavano da un periodo difficile, con due sconfitte e un pari nelle ultime cinque partite, ma grazie alla vittoria, hanno la possibilità di mantenere il primo posto, in attesa dello scontro diretto fra Inter e Lazio. La squadra nerazzurra si trova ora seconda a meno tre e quella biancoceleste è terza a meno quattro.

I bianconeri sono scesi in campo senza Cristiano Ronaldo, autore di 11 reti nelle ultime 7 partite, lasciato a riposo per recuperare energie. Ma è tornato in campo Giorgio Chiellini, dopo un infortunio di sei mesi. Dall’altro lato la squadra di Mario Balotelli non vince da 9 giornate ed è ferma al penultimo posto, a meno 7 punti dalla salvezza. La partita è iniziata subito male per i lombardi, che prima hanno perso il portiere titolare Enrico Alfonso (sostituito dal terzo Lorenzo Andrenacci) e poi sono andati in inferiorità numerica per l’espulsione di Florian Ayé. Proprio sul calcio di punizione guadagnato dalla Juve per il fallo di Ayè, Dybala ha siglato il primo gol della partita. Tutto il resto dell’incontro è stato dominato dalla Juventus, che ha controllato il pallone per il 68% del tempo e al 75esimo ha chiuso la partita con il gol di Cuadrado su assist di Blaise Matuidi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cagliari, tre tifosi radiati per sempre dallo stadio: hanno lanciato offese razziste contro i calciatori avversari

next
Articolo Successivo

Lazio-Inter 2 a 1, i biancocelesti vincono lo scontro diretto in rimonta e si candidano a essere l’anti-Juve

next