Nuovo caso di antisemitismo a Torino: una stella di David è stata tracciata sulla porta di casa di Marcello Segre, figura molto conosciuta nel mondo del volontariato piemontese. Sull’uscio è stata anche tracciata la scritta Jude, ebreo. “Rammarico per gesti che sviliscono il valore di una comunità civile come quella piemontese, da sempre inclusiva e lontana da derive antisemite” ha commentato Segre, che è il presidente dell’Associazione italiana ‘Cuore e rianimazione Lorenzo Greco onlus’. Sull’accaduto sta indagando la Digos.

L’episodio è stato denunciato anche dal movimento delle Sardine: “È successo di nuovo e questa volta a Marcello, una Sardina, una persona che ogni giorno degli ultimi 3 mesi si è battuta al nostro fianco”, scrivono sulla loro pagina Facebook ufficiale.”Siamo vicini a Marcello e siamo sicuri che questo episodio lo rafforzerà ancora di più nei suoi ideali di solidarietà e pace. Abbiamo un motivo in più per trovarci tutti insieme per un abbraccio simbolico che urlerà chiaro e forte il nostro NO a ogni tipo di odio e discriminazione“.

Articolo Precedente

Udine, svastica sulla casa dove visse una deportata ad Auschwitz. Associazioni in piazza contro l’antisemitismo

next
Articolo Successivo

Aborto, l’obiezione di coscienza è un’invasione di campo (e una violazione della legge)

next