Nuovo caso di antisemitismo a Torino: una stella di David è stata tracciata sulla porta di casa di Marcello Segre, figura molto conosciuta nel mondo del volontariato piemontese. Sull’uscio è stata anche tracciata la scritta Jude, ebreo. “Rammarico per gesti che sviliscono il valore di una comunità civile come quella piemontese, da sempre inclusiva e lontana da derive antisemite” ha commentato Segre, che è il presidente dell’Associazione italiana ‘Cuore e rianimazione Lorenzo Greco onlus’. Sull’accaduto sta indagando la Digos.

L’episodio è stato denunciato anche dal movimento delle Sardine: “È successo di nuovo e questa volta a Marcello, una Sardina, una persona che ogni giorno degli ultimi 3 mesi si è battuta al nostro fianco”, scrivono sulla loro pagina Facebook ufficiale.”Siamo vicini a Marcello e siamo sicuri che questo episodio lo rafforzerà ancora di più nei suoi ideali di solidarietà e pace. Abbiamo un motivo in più per trovarci tutti insieme per un abbraccio simbolico che urlerà chiaro e forte il nostro NO a ogni tipo di odio e discriminazione“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Udine, svastica sulla casa dove visse una deportata ad Auschwitz. Associazioni in piazza contro l’antisemitismo

next
Articolo Successivo

Aborto, l’obiezione di coscienza è un’invasione di campo (e una violazione della legge)

next