È morta di malaria Loredana Guida, l’insegnante e giornalista 44enne di Agrigento, che era appena ritornata da una vacanza a Lagos, in Nigeria. Aveva accusato febbre alta e nausea tanto da convincerla ad andare al pronto soccorso. Dopo aver trascorso nove ore in ospedale, senza che le diagnosticassero una malattia specifica, ha firmato le dimissioni ed è tornata a casa nonostante, come raccontano i parenti, avesse spiegato ai medici di esser appena tornata da un viaggio in Africa. Cinque giorni dopo però la sua condizione di salute è peggiorata: è stata trasportata già in coma all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento dove è stata ricoverata in rianimazione per una settimana. Fino al decesso la notte scorsa.

Secondo quanto ricostruito dal direttore sanitario dell’ospedale Antonello Seminerio “la paziente è arrivata una prima volta al pronto soccorso il 15 gennaio, alle 11,40 circa. Dopo circa 4 ore è stata visitata e presa in carico con un codice verde. Aveva febbre alta, sono stati eseguiti degli esami di routine. Però poi la paziente ha firmato le proprie dimissioni ed è andata via”. E ha aggiunto: “È ritornata dopo 5 giorni ma era già in coma, in condizioni critiche ed è stata quasi subito ricoverata in rianimazione. Ci siamo confrontati anche con centri specialistici a Palermo e a Roma per seguire i protocolli terapeutici previsti in questi casi”.

La famiglia ha annunciato che presenterà una denuncia: per i parenti i sanitari non avrebbero riconosciuto immediatamente la malattia e, dunque, la diagnosi era arrivata quando ormai era troppo tardi. Sempre i familiari hanno confermato che prima di andare in Nigeria Loredana Guida si sia sottoposta alla profilassi antimalarica. La Procura di Agrigento aprirà un fascicolo, mentre non è stata avviata nessuna inchiesta interna all’ospedale.

“I giornalisti della città – scrive l’Assostampa di Agrigento in una nota – piangono la scomparsa della collega Loredana Guida. Era figlia di Leonardo, altro collega scomparso prematuramente sette anni fa. Era una collega caparbia, scrupolosa e dalla grande umanità. Per oltre 15 anni ha collaborato con il Giornale di Sicilia e col sito Agrigentonotizie. L’Associazione Siciliana della Stampa di Agrigento, in questo momento di grande dolore, è vicina e si stringe attorno alla famiglia Guida”.

Foto dal profilo Facebook di Loredana Guida

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ragusa, schiaffi e spintoni ai bambini: arrestate due maestre di scuola materna. Le immagini

next
Articolo Successivo

Rovigo, “trasportata in ambulanza a Padova, ho partorito durante il viaggio. Mio figlio ha fratture alle braccia ed ematomi al cervello”

next