Il Times ha inserito Giorgia Meloni tra i venti personaggi che possono plasmare il mondo nel nuovo anno. La leader di Fratelli d’Italia è l’unica italiana nella lista, in cui si trovano molti giovani e volti poco noti. Il quotidiano londinese fa esplicito riferimento alla popolare canzone parodistica “Io sono Giorgia“, affermando che “quando una traccia musicale dance di uno dei discorsi di Giorgia Meloni è diventata virale in novembre, è nata una stella”.

Il Times scrive che “il dj dietro la traccia, in cui Meloni grida ripetutamente ‘sono Giorgia, sono una donna, sono una mamma, sono cristiana’ pensava ad un’ironica stoccata al suo marchio di politica identitaria di estrema destra, ma l’ironia si è persa nella crescente legione dei fan di lei che ne hanno fatto un inno“. I sondaggi sembrano confermare questa impressione, visto che Fratelli d’Italia è ormai stabile al 10%, dopo aver più che raddoppiato i consensi rispetto alle elezioni del 2018, dove aveva ottenuto il 4,4,% dei voti. Il quotidiano d’Oltremanica ricorda anche che “malgrado il suo status di stella nascente, Meloni è stata ministro con Silvio Berlusconi nel 2008 e ciò fa di lei un’abile veterana”.

Ha esultato il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, che commentando la notizia ha affermato: è “l’ennesima dimostrazione della solidità del suo progetto, volto alla ricostruzione di un’area conservatrice e sovranista realmente autorevole e credibile, capace di rappresentare l’unica vera alternativa alle sinistre e ai populismi italiani. In Italia già da tempo Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia stanno catalizzando sempre più consenso, finalmente anche sul piano internazionale si sta comprendendo la serietà e la coerenza del nostro percorso”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Autostrade, ministro De Micheli (Pd): “Troppe evidenze su scarsa manutenzione. Ma a pagare non devono essere i lavoratori”

next
Articolo Successivo

Paragone: “Nessuna scissione con Di Battista e non andrò nella Lega. Mi dovranno buttare fuori dal gruppo M5s, mia espulsione arbitraria”

next