È tornata sulla Terra, dopo l’aggancio fallito alla Stazione Spaziale Internazionale, la capsula Starliner, costruita dalla Boeing per la Nasa. Venerdì 20 dicembre la navicella aveva effettuato un volo di prova per raggiungere la stazione guidata da Luca Parmitano, ma per un a causa di un’anomalia era stata deviata verso un’altra orbita, diversa da quella prevista. Starliner è atterrata nel deserto del New Mexico, negli Stati Uniti. L’atterraggio notturno è stato documentato dalla Nasa. Le immagini mostrano il rientro della capsula e la discesa, rallentata da tre grandi paracaduti.

Video Twitter/Nasa

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spazio, Nasa lancia la navetta Starliner della Boeing: il test fallisce. Le immagini della partenza

next
Articolo Successivo

Fibrosi cistica, creata una terapia su misura per una bambina di 4 anni da un team di ricercatori italiani

next