È tornata sulla Terra, dopo l’aggancio fallito alla Stazione Spaziale Internazionale, la capsula Starliner, costruita dalla Boeing per la Nasa. Venerdì 20 dicembre la navicella aveva effettuato un volo di prova per raggiungere la stazione guidata da Luca Parmitano, ma per un a causa di un’anomalia era stata deviata verso un’altra orbita, diversa da quella prevista. Starliner è atterrata nel deserto del New Mexico, negli Stati Uniti. L’atterraggio notturno è stato documentato dalla Nasa. Le immagini mostrano il rientro della capsula e la discesa, rallentata da tre grandi paracaduti.

Video Twitter/Nasa

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Spazio, Nasa lancia la navetta Starliner della Boeing: il test fallisce. Le immagini della partenza

next
Articolo Successivo

Fibrosi cistica, creata una terapia su misura per una bambina di 4 anni da un team di ricercatori italiani

next