Il Milano Monza Open Air Motor Show si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020: quattro giorni che si preannunciano densi di appuntamenti anche per la rilevanza mediatica. L’evento verrà infatti seguito da Sky Italia che anche grazie al suo network internazionale, lo racconterà su Sky Tg24 e Sky sport. Un business plan di oltre 5 milioni di euro per una manifestazione che vede la collaborazione tra ACI, Regione Lombardia e Comune di Monza, e che ospiterà 500.000 visitatori nonché oltre 40 brand.

Come ha spiegato Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’ACI in occasione della conferenza stampa che si è tenuta nel Palazzo della Regione Lombardia, “il nostro obiettivo, da subito condiviso con Andrea Levy (l’organizzatore, ndr), è che questo straordinario evento diventi il nuovo punto di riferimento europeo sull’auto e per gli automobilisti, riacquistando il ruolo di quelli che furono il grande Salone di Torino e, in tempi più recenti, il Motor Show di Bologna”.

Non è un periodo felice per il settore auto, martoriato da tasse e balzelli che vanno a ulteriore detrimento di un mercato già debole. Proprio per questo motivo Sticchi Damiani spera che, grazie ad eventi come il Milano Monza Open Air Motor Show, si possa “fare la pace tra l’auto e gli italiani”. Grazie anche ad una formula che prevede auto d’epoca da ammirare ma soprattutto auto nuove da provare e poi comprare, visto che è necessario svecchiare il parco circolante in Italia, composto ancora da 14 milioni di auto Euro 0.

Tre parate e un Gran Premio di auto storiche gli avvenimenti di punta di questa festa dell’automobile. Giovedì 18 giugno alle 15.10 partirà la Monza President Parade, che vedrà presidenti e ceo dei vari marchi che si schiereranno in griglia a Monza con le anteprime e le novità stradali. Stesso giorno ma alle 17.10 la Journalist Parade, che partirà da Monza alla volta del Castello Sforzesco. La sera alle 20.00 sarà il turno della Milano President Parade, con testimonial d’eccezione che sfileranno sul red carpet allestito sotto la Madonnina, in piazza Duomo.

Domenica 21 giugno alle 15.10 sarà il momento di ACI Historic Grand Prix: l’esibizione delle monoposto di Formula 1 di tutte le epoche, organizzato in collaborazione con Historic Minardi Day, che si daranno appuntamento sul circuito dell’Autodromo di Monza, guidate da piloti ancora in attività o che hanno fatto la storia del motorsport mondiale e da collezionisti.

Il pubblico non sarà solo spettatore ma diventerà parte attiva, perché questo show sarà dinamico e coinvolgente. Nella cornice del Parco di Monza, che per l’occasione metterà a disposizione i 5,8 km del tracciato di Formula 1, oltre 10 km di circuiti interni al Parco e 4,3 km dell’anello dell’alta velocità, si potranno visitare gli stand delle case automobilistiche che esporranno le ultime novità e i modelli di punta della gamma, fare test drive anche di auto elettriche e nell’area dedicata all’off-road experience.

Per la gioia degli appassionati non mancheranno il Supercar Paddock e il Motorsport Paddock e, per i nostalgici del passato, ci sarà un’intera area dedicata alle auto classiche. Uno spettacolo che si potrà visitare tutti i giorni fino alle 24 e che ogni giorno proporrà almeno 2 slot dedicati alla Formula 1.

A Milano invece, oltre alla President Parade ci sarà il quartier generale dell’organizzazione, in Corso Venezia, presso la sede di Aci Milano. Citylife sarà invece la sede destinata all’approfondimento sulla micromobilità e Via Montenapoleone sarà la cornice delle installazioni che animeranno il quadrilatero della moda milanese.

Ci saranno poi i festeggiamenti per due anniversari importanti: i 100 anni di Mazda e i 90 anni di Pininfarina. Proprio la Pininfarina Battista è l’auto raffigurata nella pubblicità del Milano Monza Open Air Motor Show: l’ultima nata della Casa, 4 motori elettrici per una potenza complessiva di 1900 cavalli e 2300 Nm di coppia. Prende il nome dal fondatore della carrozzeria Pininfarina: Battista Farina.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Inquinamento, tre italiani su quattro scelgono di usare meno l’automobile

next
Articolo Successivo

Car sharing, Firenze, Londra, Bruxelles e Nord America dicono addio a Share Now

next