Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto dai frati del Sacro Convento di Assisi la Lampada della pace. A consegnare la Lampada al Capo dello Stato è stato il custode del Sacro Convento padre Mauro Gambetti. Il riconoscimento era già stato assegnato in passato ad altri Capi di Stato, come il presidente della Repubblica di Colombia Juan Manuel Santos, la cancelliera tedesca Angela Merkel e al Re di Giordania Abdullah secondo. “Interpreto la consegna di questo premio come un riconoscimento all’Italia, alla Repubblica. Noi abbiamo sempre ricercato la pace – ha commentato Mattarella – L’Italia persegue la pace non soltanto nei suoi rapporti con gli altri Paesi ma collabora attivamente per promuovere la pace dove non c’è in ogni parte del mondo. Lo fa con la sua azione politica, con l’attività diplomatica, con le missioni militari. Da anni l’Italia svolge un’attiva e impegnata politica per la pace nel mondo”. “In un periodo in cui rischiano di venir meno limiti agli armamenti nucleari e in cui si vedono sviluppare armamenti in tante parti del mondo c’è bisogno di una grande educazione alla pace. Il sogno della fraternità universale non è utopia, ma è un approdo verso cui tendere“, ha concluso poi il capo dello Stato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brescia, ubriaco alla guida travolge e uccide due ciclisti sessantenni: arrestato un 35enne

next
Articolo Successivo

Da Addio Lugano Bella ai canti della Resistenza: Milano ricorda Giuseppe Pinelli con una catena musicale umana di oltre un chilometro

next