Se dopo le perquisizioni scattate a Firenze e in altre città per l’inchiesta aperta sui finanziamenti alla fondazione Open (ex “cassaforte” renziana) il capo politico M5s Luigi Di Maio aveva rivendicato di voler inserire nel contratto di governo una commissione d’inchiesta sui fondi ai partiti, è stato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a rivendicare: “Commissione? Non voglio entrare in un’inchiesta appena partita, ma il Parlamento è sovrano, c’è molta attenzione da parte delle forze politiche per quanto riguarda il sistema dei finanziamenti. Ma, ripeto, non voglio intervenire nell’ambito specifico di un’inchiesta che non conosco, siamo agli inizi e non mi permetto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondazione Open, Di Maio: “Commissione sui fondi ai partiti nel contratto di governo”. Iv: “Disponibili, ma vogliamo sapere tutto di tutti”

next
Articolo Successivo

Alitalia, Conte: “Soluzione di mercato non c’è, ma resta opzione preferibile. Valuteremo alternative”

next