A Reggio Emilia almeno 9mila “sardine” hanno riempito piazza Prampolini, mentre a Perugia almeno 5mila persone hanno riempito piazza della Repubblica. Nonostante in nessuna delle due città fosse previsto un comizio di Matteo Salvini, i manifestanti hanno deciso di manifestare per unirsi alle decine di piazze spontanee organizzate dopo il primo successo in piazza Maggiore a Bologna del 14 novembre scorso. A Reggio Emilia erano presenti anche i promotori delle “sardine” e la folla ha cantato non solo “Bella ciao”, ma anche “Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla, canzone che è stata scelta come inno del movimento.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Di Maio: “Da conflitto di interessi a salario minimo, road map col Pd per nuovo contratto. Prescrizione? Spero troveremo accordo”

next
Articolo Successivo

Reggio Emilia, Sardine in piazza: “Non votavo, ma ora non posso stare a casa”, “Politici con la maiuscola? Bonaccini. Ma Pd non ci sfrutti”

next