Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco a causa del maltempo che ha colpito la Toscana. Nel Grossetano a causa della tromba d’aria a Polverosa, che ha scoperchiato i tetti delle abitazioni, i pompieri hanno fatto evacuare 20 persone: la squadra dei pompieri per raggiungere la zona ha dovuto farsi strada con le motoseghe per liberare la strada dai pini abbattuti dal vento. A Istia d’Ombrone i pompieri stanno raggiungendo alcune baracche alluvionate, per portare in salvo anche alcuni animali. In provincia di Firenze, nel comune di Montespertoli, una vettura è rimasta bloccata a causa della strada allagata. La donna che era alla guida si è rifugiata sul tetto dell’auto e, raggiunta dalla squadra dei pompieri con il gommone, è stata portata in salvo. Nel Pisano più interventi soprattutto per il forte vento che si è abbattuto sulla provincia per la rimozione di alberi e rami pericolanti.

Il livello dell’Arno è salito a Capolona nell’Aretino a causa delle piogge che stanno cadendo in Toscana, dove la situazione è fortemente critica con rischi di esondazioni e alluvioni, come ha affermato lo stesso presidente della Regione Enrico Rossi su Facebook. Il livello del fiume continua a salire anche a Firenze.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezia e Mose: l’Italia segue la strada delle nomine emergenziali, ma è una soluzione sbagliata

prev
Articolo Successivo

Maltempo, caos neve in Alto Adige. Valanga tra le case in Val Martello: il video

next