“Aiutateci a rimanere con i piedi per terra e a far sì che restiamo nel mondo reale, perché questo è il M5s. Non lasciamoci intimorire dai sondaggi, certo l’Umbria non è andata bene ma sui territori non siamo mai andati bene. Dobbiamo avere la forza di dire a qualcuno, come diceva Beppe (Grillo, ndr) di andare a quel Paese, a chi ci sta usando come un tram o un taxi. Lo ha fatto, bene, ma ora lasciateci lavorare in pace”. A dirlo, in un videomessaggio su Facebook. il viceministro allo Sviluppo economico Stefano Buffagni, che ha annunciato il taglio, in manovra, a 100 milioni di euro di indennità destinati ai Ministeri, e ha aggiunto: “Non si è abbastanza fatto per aiutare le imprese. La norme sulle auto aziendali è stata modificata grazie al nostro intervento ma a me non piace, per me non è abbastanza, così si fa pagare solo chi già paga. Di lavoro ce ne sarà da fare tanto in Parlamento”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Manovra, Patuanelli: “Basta paura, slogan e ‘one man show’: la verità è che togliamo 23 miliardi di tasse. Ora sforzo per Impresa 4.0”

prev
Articolo Successivo

Quando Renzi diceva: ‘Combatteremo sempre l’inquinamento da plastica’. Ora si batte contro la tassa che ne disincentiva la produzione

next