“L’ipotesi è che ci sia stato un vantaggio patrimoniale nell’operare con condotte omissive”. A dirlo è il procuratore aggiunto di Milano Tiziana Siciliano che, dopo aver coordinato le indagini sull’incidente ferroviario di Pioltello chiuse ieri, oggi ha fatto il punto sull’inchiesta insieme ai rappresentanti di Polizia e Polfer e al collega Leonardo Lesti. “Uno dei profili di colpa più rilevanti – ha raccontato il sostituto procuratore Lesti – è che nonostante le segnalazioni degli operai la sostituzione del giunto era stata programmata per una data ampiamente successiva a quando poi si ruppe”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Gerusalemme, intitolata una quercia al giudice che indagò su di Portella della Ginestra

next
Articolo Successivo

Luca Sacchi, il padre: “Droga? Era all’oscuro di tutto. Ragazzo pulito, forse si fidava troppo. Anastasia era come figlia, spero non c’entri”

next