Dopo 50 anni l’Umbria non è più una regione rossa. Il centrodestra ha stravinto le elezioni e per la prima volta dal 1970 la regione non sarà amministrata dalla sinistra. Anzi: come già era successo alle europee, gli umbri si sono riscoperti leghisti. Le urne hanno confermato quanto già raccontavano i sondaggi delle scorse settimane e gli exit poll di domenica notte: il partito di Matteo Salvini è di gran lunga la prima forza in regione con il 36.9%. Anche la nuova governatrice è leghista: si chiama Donatella Tesei, è senatrice del Carroccio e presidente della commissione Difesa di Palazzo Madama. Ha preso il 57,55%, cioè venti in più rispetto a Vincenzo Bianconi, candidato del Pd e del M5s al 37,48%. Con la Lega prima partito, fa registrare un vero e proprio exploit anche Fratelli d’Italia, che supera i dieci punti (10,4%) e doppia Forza Italia, ferma al 5,5%. La coalizione di centrodestra raggiunge tutta insieme il 58,84%, ovvero 22 punti di vantaggio rispetto ai voti presi dalla cosiddetta alleanza civica composta da Pd e M5s (36,8%).

M5s sotto il 10% – Tra le liste che sostengono Bianconi, i dem non vanno neanche malissimo: sono stati travolti dallo scandalo sulla sanità, hanno subito la scissione di Matteo Renzi, eppure arrivano al 22,3%. Per i 5 stelle, invece, è uno dei peggiori risultati di sempre: con il 7,4% sono addirittura la quarta forza, dimezzando quasi i voti presi alle europee di quattro mesi fa. “L’esperimento non ha funzionato. Il Movimento nella sua storia non aveva mai provato una strada simile. E questa esperienza testimonia che potremo davvero rappresentare la terza via solo guardando oltre i due poli contrapposti“, recita il comunicato pubblicato su facebook dai grillini.

Affluenza al 64% – A votare è andato il 64,66% degli aventi diritto: otto punti percentuali in più rispetto al dato di cinque anni fa. Un’affluenza in crescita che ha premiato il centrodestra ed è probabilmente legata alll’inchiesta sui concorsi truccati nella sanità che tre mesi fa ha travolto il centrosinistra in Umbria. La stessa ex presidente dem, Catiuscia Marini, è stata costretta alle dimissioni dopo essere finita sotto indagine. È anche per questo motivo che il voto in Umbria a questo giro aveva un significato particolare.

Il centrodestra pensa a Roma – Anche perché si trattava del primo voto dopo la caduta del governo gialloverde e la nascita di quello giallorosso. E infatti le dichiarazioni dei leader del centrodestra hanno avuto poco a che fare con il futuro dell’Umbria, sia durante la campagna elettorale che dopo, a vittoria acquisita. “Questo sonoro ceffone al governo rossogiallo la dice lunga su quello che gli italiani pensano. Fossi in Conte domattina rassegnerei le dimissioni”, dice chiaramente Giorgia Meloni. “Gli umbri hanno dimostrato che gli italiani hanno voglia di votare”, ripete più volte Salvini, che ha attaccato direttamente il premier Giuseppe Conte. “Un presidente del consiglio che dice che il voto degli umbri conta poco o nulla come quello dei leccesi, è un omino”.

Foto di Narni sotto accusa. Renzi mina vagante – Il concetto espresso da Conte, per la verità, è diverso. Il premier lo ripete anche al Corriere della Sera: “Sarebbe un errore interrompere questo esperimento per via di una Regione che ha il 2% della popolazione nazionale”. Conte nega di essere andato in Umbria per fare campagna elettorale: “Se avessi voluto farla avrei girato porta a porta un mese, 24 ore al giorno”. Sotto accusa c’è soprattutto la foto di Narni, con il candidato Bianconi, Nicola Zingaretti, Luigi Di Maio e Roberto Speranza. Un’istantanea in cui spiccava l’assenza di Matteo Renzi, vera mina vagante del governo. I renziani non commentano ufficialmente ma fanno sapere di non avere gradito la foto dei tre leader. E non hanno gradito neanche le parole di Nicola Zingaretti, che è stato il primo leader ad ammettere la sconfitta ma ha negato una perdita di voti per il Pd a causa di scissioni. Zingaretti, tra l’altro, ha considerato la vittoria del centrodestra agevolata “dal caos di polemiche che ha accompagnato la manovra economica del Governo”: cioè le dichiarazioni di Renzi. I 5 stelle da parte loro commentano la sconfitta con dieci righe pubblicate su facebook: “Dalla formazione del primo esecutivo – scrivono – ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica – che sia la Lega o che sia il Pd sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle“. Probabilmente non ci saranno altre foto di Narni: non portano molto bene.

CRONACA ORA PER ORA

8-15 – Dati definitivi: il centrodestra vince con 20 punti di vantaggio, M5s al 7,4%
Rimane di 20 punti il vantaggio di Donatella Tesei, al 57,5%, la nuova presidente della Regione Umbria per il centro destra, su Vincenzo Bianconi, 37,5. E’ il quadro delineato dai dati del ministero dell’Interno. Riguardo ai partiti la Lega è al 36.9%, Fratelli d’Italia al 10,4% e Forza Italia al 5,5. Il Pd si attesta invece al 22,3%, mentre il M5s si ferma al 7,4.

3.00 – Dati reali: a un terzo dello scrutinio Tesei avanti 21 punti
Più di 21 punti di distacco tra la candidata presidente del centro destra Donatella Tesei, al 58,5%, e quello del centro sinistra Vincenzo Bianconi, 36,8, quando sono state scrutinate circa un terzo delle sezioni per le elezioni regionali in Umbria. Riguardo ai principali partiti la Lega è al 38,6%, Fratelli d’Italia al 9,7 e Forza Italia al 5,6. Il Pd è invece al 23% e il Movimento 5 stelle al 7,2.

2.45 – Bagno di folla per Salvini
Bagno di folla per Matteo Salvini all’uscita del consiglio regionale dell’Umbria dove ha rilasciato interviste e dove la neopresidente della Regione, Donatella Tesei, ha tenuto una breve conferenza stampa. ‘Matteo, Matteò, lo hanno acclamato all’uscita di Palazzo Cesaroni mentre in piazza risuonavano le notte di ‘Un’estate italianà, colonna sonora delle ‘notti magichè dei mondiali di calcio Italia ’90.

2.30 – Conte: “Errore interrompere governo per 2% di elettori”
“Sarebbe un errore interrompere questo esperimento per via di una Regione che ha il 2% della popolazione nazionale”. Questa la riflessione del premier Giuseppe Conte dopo il voto in Umbria secondo quanto riporta il Corriere della Sera. Quanto alla campagna elettorale, precisa: “Se avessi voluto fare campagna elettorale avrei girato porta a porta un mese, 24 ore al giorno”.

2.15 – Salvini: “Per Conte giorni contati”
“Per i Renzi, Zingaretti, Di Maio, Conte, occupanti del governo nazionale, i giorni sono contati”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini festeggiando in piazza a Perugia con i suoi elettori.

2.00 – Verini: “Non meccanicamente ripetibile”
“Non è meccanicamente ripetibile”. Lo dice Walter Verini, commissario del Pd in Umbria, a chi gli chiede se l’esperimento umbro potrà essere ripetuto in altre regioni.

1.55 -V proiezione La7: Tesei al 57,3%, Bianconi al 36,3%
In base alla V proiezione Swg-La7 con una copertura del 50% alle elezioni regionali in Umbria è in testa la candidata di centrodestra Donatella Tesei con il 57,3% mentre il candidato civico di Pd e Movimento 5 Stelle Vincenzo Bianconi è al 36,2%.

1.52 – V proiezione La7: “Lega al 37.3%, Pd 20,9%”
In base alla V proiezione Swg-La7 con una copertura del 50% alle elezioni regionali in Umbria, la Lega è al 37.3%, il Pd è al 20.9%, Fdi al 10.3%, il Movimento 5 Stelle all’8,2% e Fi al 5.3%. In particolare la coalizione di centrodestra è al 59.2% mentre la coalizione di centrosinistra-M5S è al 35,5%.

1.50 – Tesei: “Tempi giunta? Valuteremo”
“Valuteremo”. Così la neo governatrice dell’Umbria Donatella Tesei ha risposto a chi le chiedeva i tempi della formazione della sua giunta. Anche a chi ha domandato alla neo presidente se i profili della nuova giunta saranno politici o anche civici, Tesei ha risposto: “Valuteremo”.

1.43 – IV Proiezione Rai liste: Lega al 37,1%
“In base alla quarta proiezione Opinio per Rai sulle liste alle elezioni regionali in Umbria primo partito si conferma la Lega con il 37,1%, seguito dal Pd al 22,3% e Fratelli d’Italia al 10%. Il Movimento 5 Stelle è, invece, al 7,7% mentre Forza Italia è al 5,8%. La copertura del campione è del 61%.

1.39 – IV Proiezione Rai: Tesei al 58,2%, Bianconi al 37,1%
Secondo la quarta proiezione Opinio per Rai Donatella Tesei, la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Umbria, è sempre in testa con il 58,2% mentre Vincenzo Bianconi, il candidato civico di Pd e Movimento 5 Stelle è al 37,1%. La copertura del campione è del 61%.

1.00 – Bianconi: “Cosa ci è mancato? Un mese in più”
“Noi abbiamo fato campagna per l’Umbria e io ringrazio i leader che ci hanno fatto fare una campagna per l’Umbria mettendo in campo i nostri contenuti”. Lo dice Vincenzo Bianconi, candidato centrosinistra in Umbria, al comitato elettorale a Perugia a chi gli chiede se la ‘foto di Narnì alla vigilia del voto non sia arrivata troppo tardi. “Cosa ci è mancato per vincere? Un mese in più”, aggiunge Bianconi.

00.50 -Bianconi chiama Tesei per congratulazioni
Il candidato del centro sinistra Vincenzo Bianconi ha telefonato alla senatrice Donatella Tesei “per congratularsi” per la vittoria alle elezioni regionali in Umbria. Lo ha appreso l’ANSA.
Bianconi ha fatto un “in bocca al lupo” all’esponente del centro destra che i dati indicano come prossima presidente umbra.

00.48 – Tesei: “Da umbri maturità e coraggio”
“Ringrazio gli umbri che hanno dato una prova di grandissima maturità e di coraggio”: lo ha detto Donatella Tesei destinata a diventare presidente della Regione. “Non era per niente facile e scontato” ha aggiunto. Tesei ha quindi parlato di “necessità di cambiamento espressa dagli umbri”. “Governare la regione non sarà facile” ha aggiunto indicando in lavoro ed economia le priorità.

00.46 – M5s: “Governo con altri non paga”
“Dalla formazione del primo esecutivo ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica – che sia la Lega o che sia il Pd – sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle. Ma noi non siamo nati per inseguire il consenso, bensì per portare a casa i risultati, come il carcere per gli evasori di questa settimana e il taglio dei parlamentari della settimana precedente”. Lo scrive in un post su facebook il M5S.

00.45 – M5s: “Esperimento non ha funzionato”
“Il patto civico per l’Umbria lo abbiamo sempre considerato un laboratorio, ma l’esperimento non ha funzionato. Il Movimento nella sua storia non aveva mai provato una strada simile. E questa esperienza testimonia che potremo davvero rappresentare la terza via solo guardando oltre i due poli contrapposti”. Lo scrive, in un post su facebook, il M5S commentando il voto in Umbria.

00.42 –
Forza Italia terza gamba della coalizione di centrodestra? “Fi e Berlusconi sono un valore aggiunto”. Replica così Giorgia Meloni, leader di Fdi, alla domanda di Enrico Mentana su La7 durante un’intervista dopo la vittoria del centrodestra in Umbria.

00.40 – Meloni: “Fossi in Conte mi dimetterei domattina”
“Fossi in Conte domattina rassegnerei le dimissioni, il segnale che arriva” dall’Umbria “dice chiaramente” cosa gli italiani pensano del governo “rossogiallo”. Così la leader di Fdi Giorgia Meloni, commentando i risultati del voto umbro dal comitato del partito a Perugia.

00.32 – Verini: “Serviva rinnovamente, non siamo riusciti a garantirlo”
“Il nostro sistema avrebbe avuto bisogno non solo tagliando ma di un rinnovamento radicale che non siamo stati in grado di garantire”. Lo ha detto Walter Verini, commissario Pd in Umbria, al Tg3.

00.30 – Zingaretti: “Giusto metterci la faccia e combattere”
“Sicuramente anche se in una situazione difficile è stato giusto metterci la faccia e combattere”. Lo scrive in una nota il segretario del Pd Nicola Zingaretti, commentando la sconfitta in Umbria

00.29 – Zingaretti: “Rifletteremo molto, polemiche su manovra non hanno aiutato”
“Ovviamente rifletteremo molto su questo voto e le scelte da fare, voto certo non aiutato dal caos di polemiche che ha accompagnato la manovra economica del Governo”. Lo dichiara in una nota Nicola Zingaretti, segretario Pd, dopo la sconfitta in Umbria dell’alleanza giallorossa.

00.27 – Zingaretti: “Sconfitta netta ma scissione non incide”
La sconfitta alla Regione Umbria dell’alleanza intorno a Vincenzo Bianconi è netta e conferma una tendenza negativa del centrosinistra consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri che non si è riusciti a ribaltare. Il risultato intorno a Bianconi conferma, malgrado scissioni e disimpegni, il consenso delle forze che hanno dato vita all’alleanza”. Lo dichiara in una nota il segretario Pd Nicola Zingaretti.

00.25 – Proiezione Rai su liste: Lega al 36,5%
In base alla prima proiezione Opinio per Rai sulle liste alle elezioni regionali in Umbria primo partito è la Lega con il 36,5%, seguito dal Pd al 21,3% e Fratelli d’Italia al 10,3%. Il Movimento 5 Stelle che è, invece, all’8,4% mentre Forza Italia è al 6%. La copertura del campione è del 18%.

00.25 – Berlusconi: “Centrodestra ha diritto dovere di governare”
“Dall’Umbria dopo mezzo secolo una svolta storica: anche nelle tradizionali Regioni rosse il centro-destra unito rappresenta l’ampia maggioranza degli elettori. La nostra alleanza è il futuro dell’Italia e ha il diritto-dovere di governare il Paese”. Lo scrive su twitter Silvio Berlusconi, presidente di FI.

00.24 – Marcucci (Pd): “Sconfitta, ora riflettere su alleanze”
“È una sconfitta evidente, che non avrà conseguenze sul governo, ma impone una riflessione ben più approfondita sulle alleanze”. E’ il commento del presidente dei senatori Pd, Andrea Marcucci, sul voto in Umbria. “Il matrimonio tra Pd e M5S in Umbria -sottolinea- mette in evidenza tutti i limiti di alleanze costruite all’ultimo minuto e senza contenuti. Mi auguro che in vista delle prossime regionali, il Pd discuta meglio con i territori se sia o meno il caso di presentarsi in coalizione. Meglio misurare il rapporto con i 5 stelle al governo e solo dopo decidere cosa fare”.
“Il Pd ha ancora un asso nella manica: non diluire o peggio disperdere la vocazione maggioritaria”, conclude il presidente dei senatori dem.

00.22 – Terza proiezione La7: Tesei al 58,2%
In base alla terza proiezione Swg-La7 con una copertura del 15%, alle elezioni regionali in Umbria la candidata di centrodestra alla presidenza della Regione Umbria Donatella Tesei è in testa con il 58,2% mentre Vincenzo Bianconi, il candidato civico di Pd e Movimento 5 Stelle è al 35,5%.

00.20 – Salvini: “Qualcuno a Roma dovrà riflettere”
“Qualcuno stanotte a Roma avrà qualcosa su cui riflettere”: lo ha detto Matteo Salvini a Perugia. “Gli italiani – ha aggiunto – non amano i traditori e i poltronisti”. Secondo Salvini se la Lega risultasse avere il doppio di voti del Pd nella roccaforte rossa qualcuno al Governo dovrebbe ritenersi abusivo”.

00.18 – Seconda proiezione La7: Tesei al 60%
In base alla seconda proiezione Swg-La7 alle elezioni regionali in Umbria, la candidata di centrodestra alla presidenza della Regione Umbria Donatella Tesei è in testa con il 60% mentre Vincenzo Bianconi, il candidato civico di Pd e Movimento 5 Stelle è al 33,3%.

00.15 – Seconda proiezione La7 liste: Lega al 37,5%
Seconda proiezione di Swg per La/: la Lega è al 37,5%, Fdi al 10,5% e FI al 5,2%. Il Pd al 19,8, il M5S all’8,5% e la lista Bianconi al 3,2%. Sono questi alcuni dati dei partiti in gara alle Regionali umbre secondo la seconda proiezione di La7.

00.14 -Salvini: “Festa di democrazia”
Parla di “festa della democrazia” Matteo Salvini con accanto Donatella Tesei, presidente in pectore della Regione Tesei. “Gli umbri hanno potuto votare” ha detto il segretario della Lega.

00.12 – Salvini: “Dai seggi dati incredibili”
“Dai seggi arrivano dati incredibili”: così Matteo Salvini a Perugia. “La Lega si conferma primo partito” ha aggiunto. “Qui c’è l’Italia” ha sottolineato ancora il leader della Lega

23.52 – Rampelli (Fdi): “Conte si dimetta”
Sprofondo rosso. Liberata l’Umbria, riconquistata la democrazia dell’alternanza, stroncata l’alleanza Pd/M5S. Ora Conte si dimetta e sia consentito agli italiani di andare a votare”. Lo scrive su twitter Fabio Rampelli di Fdi, vicepresidente della Camera.

23.50 – Proiezione su liste: Lega al 38,5, M5s all’8,5%
In base alla prima proiezione Swg-La7, alle elezioni regionali in Umbria, nella coalizione di centrodestra la Lega è il primo partito con il 38,5%, seguito da Fdi con l’11% e da Fi con il 5,8%. La Lista Tesei presidente è al 3,9% e Umbria Civica è al 2,8%. In totale la coalizione di centrodestra è al 62%.

23.45 – Meloni (Fdi): “Espugnata roccaforte sinistra”
“Espugnata la roccaforte della sinistra, ora liberiamo l’Italia”. Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi, commentando – su Facebook – i primi dati delle elezioni in Umbria. (

23.40 – Prima proiezione Rai: Tesei 57%, Bianconi 37,5%
Donatella Tesei al 57%, Vincenzo Bianconi al 37,5%, Claudio Ricci 3,2. E’ quanto stima la prima proiezione del voto in Umbria diffusa dalla Rai, che certifica il trend verso la vittoria del centrodestra alle Regionali.

23.35 – Prima proiezione Swg: Tesei al 56,6
Donatella Tesei, la candidata di centrodestra alla presidenza della Regione Umbria, è in testa al 56,6-60,6% alle elezioni regionali mentre Vincenzo Bianconi, il candidato civico di Pd e Movimento 5 Stelle è al 33,9-37,9%, in base alla prima proiezione di Swg-La7, con una copertura del 3%.

23.30 – Tajani: “Italiani vogliono centrodestra al governo”
“L’Italia del Buongoverno ha vinto anche in #Umbria. Dal 4 marzo 2018 ad oggi il messaggio degli italiani è sempre lo stesso: vogliono un governo di #centrodestra. Congratulazioni a Donatella Tesei, ha vinto la rivoluzione pacifica!”. Lo scrive su twitter Antonio Tajani, Vicepresidente di Forza Italia.

23.20 – Calenda: “Grande amarezza”
“Grande amarezza per il risultato, se confermato. Non sento di dire di più”. Carlo Calenda, tra i più critici sull’alleanza Pd-M5S, commenta così all’Adnkronos i primi exit poll in Umbria che danno in netto vantaggio il centrodestra con Donatella Tesei.

23.15 – Lucidi (M5s): “Patto civico resta terza via”
“Il dato exit poll se sarà definitivo conferma il fatto che il patto civico nasce come alternativa e terza via rispetto alle coalizioni strettamente politiche”. Lo dice all’Adnkronos Stefano Lucidi, senatore umbro del M5S, commentando i primi exit poll delle regionali in Umbria. “In questo senso il risultato come cifra percentuale netta mi sembra di tutto rispetto, rispetto ad un contesto non facile per nessuno dei partiti in coalizione”, osserva ancora Lucidi.

23.08 – Salvini: “A occhio abbian fatto impresa storica”
“A occhio abbiamo fatto un’impresa storica, a occhio”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini arrivando all’Hotel Fortuna di Perugia, dove il Carroccio ha fatto base per seguire i risultati delle regionali in Umbria. Salvini ha detto di voler attendere però i dati per commentare.


23.03 – Salvini arrivato a Perugia
Il segretario della Lega Matteo Salvini è appena arrivato a Perugia dove attenderà l’esito delle elezioni regionali in un albergo del centro di Perugia.
In arrivo nel capoluogo umbro anche la leader di FdI Giorgia Meloni.

23.01 – exit poll Rai: “Tesei 56,5%, Bianconi 35,5% –Primo exit poll Opinio per la Rai: Donatella Tesei, sostenuta dalla Lega, da Forza Italia e da Fratelli d’Italia è data tra i 58 e i 62 punti percentuali. Un vantaggio enorme su Vincenzo Bianconi, l’aspirante presidente sostenuto dall’inedita coalizione civica composta da Pd e M5s, che è invece tra il 33 e il 37%.

23 – Chiusi i seggi
Alle 23 si sono chiusi i seggi in Umbria dove per tutta la giornata si è votato per le regionali. Lo spoglio delle schede nei 92 comuni chiamati alle urne è iniziato subito dopo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regionali Umbria, Salvini: “Giorni contati per il governo. Conte, Zingaretti, Di Maio e Renzi abusivi”

prev
Articolo Successivo

Regionali in Umbria, Tesei dopo il trionfo: “Ringrazio i cittadini umbri, prova di maturità e coraggio”

next