Violenti scontri nella notte a Santiago tra manifestanti e polizia. Nella capitale del Cile è esploso il malcontento della popolazione dopo una serie di misure approvate dal governo e ritenute ingiuste (l’ultima, in ordine, l’aumento del costo dei biglietti del trasporto pubblico). Nelle immagini, la guerriglia iniziata ieri e andata avanti tutta la notte. Le persone scese in strada denunciano: “Le forze dell’ordine hanno sparato sui manifestanti“. Al momento, è arrivata la notizia di tre persone morte a causa di un incendio all’interno di un supermercato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cile, a Santiago tornano carri armati e coprifuoco. Tre morti negli scontri

prev
Articolo Successivo

Il 15 ottobre è stata la Giornata del lavarsi le mani. Ma la rivoluzione ‘igienica’ deve essere un’altra

next