Per quasi 3 elettori del M5s su 4 la scelta di votare i Cinquestelle restano la necessità di cambiamento nella politica e la battaglia contro la corruzione. Emerge da un sondaggio di Demopolis condotto in occasione della celebrazione dei dieci anni del Movimento. Tra le altre motivazioni che continuano a essere maggioritarie tra chi vota i grillini ci sono la situazione economica insoddisfacente, l’impegno contro le disuguaglianze e il taglio ai costi della politica. Insomma, tutte le motivazioni che hanno portato alla fondazione del M5s, tutte le sue ragioni sociali, continuano ad essere alla base di chi barra il simbolo delle cinque stelle sulla scheda elettorale.

Certo, la base elettorale nel corso dei dieci anni è molto cambiata soprattutto nella sua entità, tra alti e bassi. Demos ha cristallizzato questo ottovolante in uno “storico” che ricorda l’ascesa del M5s dal 2 per cento del 2010 al 19 di due anni dopo fino al quasi 33 del 2013. Poi il tracollo di 15 punti alle Europee dello scorso anno fino la 20 di queste settimane, secondo quasi tutti i sondaggi.

Molto aderente all’essenza delle origini è anche il fatto che quasi la metà dell’elettorato si dice fuori dai collocamenti politici classici. Un terzo risponde centrosinistra, il quinto restante centrodestra.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Italia 5 stelle Napoli, viaggio tra gli stand: le agorà per il confronto tra attivisti, il villaggio Rousseau, il laboratorio “pianta un albero” – Foto

next
Articolo Successivo

Italia 5 stelle, dopo dieci anni di M5S alcuni nodi vengono al pettine

next